Pavé

Come ho già avuto modo di ribadire ogni volta che ho parlato di Colazionando e ho pubblicato ricette in quella categoria, per me il momento della colazione è sacro! Lo sa bene la mia amica Antonella, con la quale mi trovo spesso per quattro chiacchiere prima di iniziare la lunga giornata lavorativa. Venerdì mi ha scritto: “Settimana prossima andiamo al Pavé?” . Eccerto che ci andiamo! Me lo aveva consigliato Paolo durante una pausa caffè in ufficio, lo volevo provare da una vita, quale occasione migliore di questa?

Uno dei privilegi del nostro lavoro è che iniziamo tardi e quindi, fortunatamente, quando siamo arrivate il locale era tranquillo e sembrava quasi che ci stesse aspettando. Appena entrate siamo state accolte dai sorrisi schietti e gentili dei ragazzi dietro al bancone e dal profumo delle brioches. Ci siamo accomodate al tavolino in vetrina, posizione privilegiata per poter ammirare l’intero locale, su due livelli, curato in ogni dettaglio. I miei personalissimi must: la madia con all’interno dei libri (anche per bambini! Ci porterò i miei nipotini quando verranno a trovarmi) e le affiches in bianco e nero appese alle pareti. Una nota super positiva anche per la possibilità di sbirciare cosa succede in cucina…proprio il caso di dire dal produttore al consumatore!

Se per il cappuccio andiamo sul sicuro, per quanto riguarda l’accompagnamento la scelta è davvero difficile; le leccornie sono disposte in maniera ordinata e ci chiamano tutte a gran voce. Personalmente sono tentata dalla “160” che pare essere LA brioche e dalle tortine. Alla fine optiamo per un pain au chocolat (io, ovviamente), una brioche alla crema (Anto) e poi vuoi dire di no a una crostatina all’albicocca a metà? Saremo mica matte!

Cappuccio caldo e schiumoso al punto giusto, pain au chocolat da sognarselo la notte, crostatina con un sacco di marmellata ma al tempo stesso leggerissima. E tante chiacchiere, su vita personale, progetti passati presenti futuri; raramente mi sono sentita a casa come qui.

L’unico orologio presente è fermo sulle 16:30, noi purtroppo guardiamo il nostro, di orologio, e dobbiamo  a malincuore lasciare questo piccolo angolo di paradiso. Peccato solo non aver parlato col pane di Giovanni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

non solo food

"l'idea stessa di scrivere un blog è per evadere da quello che faccio, come cucinare..." Julie Powell

Pepite per Tutti

Magazine di lifestyle per scoprire pepite preziose in giro per il mondo: food, viaggi, shopping, lifestyle, tendenze, moda, design.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: