Barnum

Avere accumulato un sacco di giorni di ferie è stato utile per poter usufruire di una tre giorni romana fuori stagione, ospite dell’AmicaSilvia in una delle mie tante stanze sparse per la capitale.

Innanzitutto, ho potuto visitare la mostra di Robert Doisneau “Paris en liberté” con calma, perdendomi nelle quattro sale del Palazzo delle Esposizioni e facendo finta di essere là, dove là è ovviamente Casa. Poi come sempre mi si sono consumati i piedi a forza di camminare; sono stata a Villa Farnesina, dal mio bouquiniste in piazza Esedra a farmi spennare per due libri, da Bloomberg a invidiare i dipendenti che possono usufruire di tutte le leccornie presenti in cucina… Quello che ho amato di più di questi tre giorni sono però stati i momenti passati con  gli amici: il pranzo con Luca appena arrivata a Termini (bello trovarti ad aspettarmi, grazie!), la cena a casa di Silvia, padrona di casa perfetta, quella da Federica e Fulvio per conoscere la piccola Sofia. E la merenda al Barnum.

Martedì pomeriggio sono passata a prendere Dario al lavoro e abbiamo deciso di andare a fare merenda in un posto sciccosissimo per chiacchierare, spettegolare e stare al caldo. Dove? Boh. (“amò, qui non ce stanno tutte le cose che ce stanno a Milano”). Dopo aver girato come trottole gli ho proposto di andare in via del Pellegrino “così almeno mentre giriamo possiamo vederLA” “cosa tesò?” “come cosa!!!! l’Ambasciata!” “…”.  All’inizio non lo avevamo considerato molto, c’era troppa frutta sul bancone, poi per fortuna il suo sguardo è stato attirato modello calamita dalla torta che stava lì accanto e abbiamo deciso di farci tentare. Due salette, tavolini e sedie di legno, una panca contro il muro, quadri alle pareti, wi-fi e musica non troppo alta di sottofondo. Con il mio tè verde alla menta fresca, scelto tra un’ottima selezione, e una torta alle carote (sissignori, non è cioccolato!) galattica abbiamo passato un’oretta a raccontarci gli ultimi avvenimenti, con la speranza di rivederci presto e non lasciar passare così tanto tempo.

(La frutta, oltre che per le centrifughe, serve per i cocktail; pare che gli eventi live che organizzano lì siano imperdibili. O forse il barman voleva solo rimorchiare).

Annunci

2 responses to “Barnum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

non solo food

"l'idea stessa di scrivere un blog è per evadere da quello che faccio, come cucinare..." Julie Powell

Pepite per Tutti

Magazine di lifestyle per scoprire pepite preziose in giro per il mondo: food, viaggi, shopping, lifestyle, tendenze, moda, design.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: