Archivi categoria: dolci

Torta di mele (© Alessandra Spisni)

La cucina è sempre stata il locale di casa che preferivo; da piccola ci facevo i compiti e i primi esperimenti culinari, a Parigi era inglobata in quei magnifici 19 mq e, quando sono venuta ad abitare da sola nella casa nuova è stato il primo locale che ho arredato. Continuano quindi gli esperimenti culinari, ricette di famiglia, improvvisazioni e scopiazzature più o meno evidenti prese dalle riviste e dai programmi tv. Qualche tempo fa ho  provato la torta di mele seguendo la ricetta di Alessandra Spisni, una delle mie “guru”.

Ingredienti:
150g di farina
150g di burro
150g di zucchero semolato
500g di mele
4 uova
1/2 bustina di lievito
20g di zucchero vanigliato
sale

Lavare, pelare e pulire le mele e tagliarle a fettine sottili. Far sciogliere a bagnomaria il burro e metterlo da parte per intiepidirlo. Imburrare e infarinare una teglia. Con il super minipimer montare uno zabaione ben gonfio con le uova e lo zucchero e un pizzico di sale. Mescolare il lievito e la farina setacciata. Amalgamare il burro alle mele e mescolare con cura. Aggiungere la farina e il lievito e mescolare rapidamente. Unire al composto lo zabaione, mescolare e versare l’impasto nella teglia e far cuocere in forno a 160° per 50 minuti. Una volta cotta lasciarla nel forno spento per 5 minuti. Quando la si toglie cospargerla di zucchero vanigliato.

Annunci

American breakfast

La domenica è il giorno delle coccole, del riposo, delle gite e di tutte le cose che ci fanno stare bene. A dire il vero dovrebbe essere così quotidianamente, ma come sappiamo tutti la vita è frenetica ed è spesso un privilegio riuscire a ritagliarsi dei momenti personali almeno un giorno a settimana.

Questa domenica ho quindi deciso di coccolarmi facendo i pancakes, seguendo la ricetta della mia amica Francesca R., conosciuta quasi per caso a Capodanno di qualche anno fa, alla quale auguro di rimettersi prestissimo:

250 g di farina
2,5 dl di latte
1 uovo
20 g di burro
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di lievito
Un pizzico di sale
Burro per ungere la padella
….varie ed eventuali per farcire!
Setacciare in una ciotola la farina con il lievito, aggiungere il latte, lo zucchero, l’uovo e il pizzico di sale. Mescolare velocemente gli ingredienti. Sciogliere il burro e versarlo nell’impasto amalgamando bene.
Mettere un po’ di burro (davvero molto poco) in un padellino antiaderente, scaldare a fiamma bassa e versare una cucchiaiata abbondante di impasto. Cuocere girando il pancakes su ambo i lati fino a che non avrà un colore dorato. Impiattare e farcire con quello che vi piace di più, io che in questo periodo ho bisogno di tirarmi su il morale sono andata di cioccolata…

Aggiungete una tazza di Nescafé e una pila di riviste…buona domenica!


La galette des rois

In Francia  esiste un dolce che si chiama Galette des rois e che si mangia all’Epifania (i re citati nel nome sono infatti i Re Magi). La particolarità di questo dolce è che al suo interno si trova una fava, talvolta è una figurina di plastica dura, e la persona che la trova nella sua fetta diventa Re o Regina della serata e può indossare la corona di carta che si trova all’interno della confezione.

Farla a casa non è difficilissimo, quindi da quando sono rientrata in Italia, non trovandola nei nostri supermercati, mi diverto a farla io, seguendo una ricetta, un pelo modificata, trovata in una rivista. Rigorosamente francese, e trascritta qui rigorosamente in francese : )

Ingrédients:
2 rouleaux de pâte feuilletée
200 g chocolat à pâtisser
1 cuillère à soupe de farine
1 cuillère à soupe de sucre 1 oeuf

Faire fondre le chocolat avec une cuillère à soupe d’eau au micro-onde (moi j’ai fait environs 4 minutes sur le numéro 5). Après ajouter la farine et le sucre et mélanger. Etaler cette préparation sur le premier rouleau de pâte feuilletée.
Recouvrir du deuxième rouleau de pâte feuilletée. Puis badigeonner d’oeuf. Faire des rayures à la fourchette. 
Enfourner pour 20 minutes thermostat 200°C.

galette


Biscotti bucati con stellina

Questo post poteva raccontare l’esito di un disastro. E invece no.

Dunque, ero stata invitata a casa di Giulia e Giovanni, la mia prima cena nella loro casa nuova. Come da tradizione volevo portare qualcosa che “restasse” e fosse di buon auspicio. Sapendo che Giulia non è proprio proprio la regina dei fornelli ma che vuole diventarlo ho optato per una tortiera, ipotizzando che non l’avesse ancora comprata. MA…vuoi portare il contenitore e non il contenuto? NO. Quindi ho preso gli ingredienti per fare una crostata e con Ben l’Oncle Soul in sottofondo mi sono messa a impastare.

Ad un certo punto tragedia… l’impasto era troppo frolloso! Sono andata in panico e invece di cercare di risolvere razionalmente ho adottato la tecnica dello struzzo: ho fatto la palla e ho messo nel freezer!

Quando poi ho steso la pasta non mi sono fidata e ho optato per la tortiera da 24 invece che quella da 29. Terminata e infornata la crostata ho incrociato le dita e ho steso anche la frolla rimasta, per la legge del “non si butta via niente, tentiamocela e vediamo che succede”.

Ho fatto dei cerchi in numero pari col coppapasta e ho bucato il centro della metà di loro; ho infornato a 180° ventilato per 10 minuti, poi ho tolto dal forno e ho messo la marmellata sul cerchio intero coprendo poi con quello bucato. Di nuovo in forno per 5 minuti e voilà, biscotti marmellatosi e stelline.

Una goduria. Come la crostata, per fortuna!


Crostata di fragole

La domenica si sa è IL giorno del riposo. Io ho passato la giornata di ieri praticamente inglobata nel divano, a parte il tempo di preparare una crostata per merenda.

250 gr di farina

110 gr di zucchero

110 gr di burro

1 uovo intero e 1 tuorlo

sale e lievito q.b. (azzarderei un mezzo cucchiaino ma di solito vado a occhio)

1 vasetto di confettura di fragole

Mettere in una ciotola lo zucchero e il burro (a temperatura ambiente), l’uovo e il tuorlo, la farina e iniziare a impastare, molto velocemente. Aggiungere sale e lievito e terminare l’impasto, che deve essere, maddai!?, frolloso. Avvolgere il tutto nella pellicola trasparente e lasciar riposare in freezer per circa 20 minuti. Una volta tolto dal freezer tagliare una parte di  impasto che servirà per i bordi e i disegni, poi stendere la frolla col mattarello e posizionarla nella teglia. Mettere la confettura e preparare i bordi. Infornare a 220° per i primi 10 minuti, poi abbassare a 180° per circa 15 minuti.

Lasciare raffreddare giusto il tempo di preparare il proprio tè preferito e poi di nuovo sul divano a guardare “Private Practice”.

(un moto di orgoglio per il disegno nella foto a destra. E’ il “teno vedde della siafra” visto da Alessandro)


non solo food

"l'idea stessa di scrivere un blog è per evadere da quello che faccio, come cucinare..." Julie Powell

Pepite per Tutti

Magazine di lifestyle per scoprire pepite preziose in giro per il mondo: food, viaggi, shopping, lifestyle, tendenze, moda, design.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: