Archivi categoria: primi piatti

Pasta pomodoro e ricotta

Ovvero: spesso i piatti più semplici riservano le più grandi sorprese!

Tempo fa volevo comprare una bottiglia di vino per il chirurgo che mi ha tolto la ciste in testa; non essendo un’esperta (ma è uno dei propositi per il 2013: corso base per sommelier!) ho chiesto aiuto proponendo in cambio una cena da me. Credevo mi sarebbe stato chiesto di preparare chissà cosa e invece ho scoperto che uno dei suoi piatti preferiti è… la pasta pomodoro e ricotta! Quindi lunedì, come ogni volta che la preparo, ho sorriso pensando a quella bella serata e a quanto poco basta per stare bene e far mangiare felici le persone. Senza sentirsi in colpa per qualche (!!) carboidrato!

25o gr di fusilli giganti
100 gr di ricotta
1 confezione di polpa di pomodoro Mutti
3 cucchiaini di Triplo concentrato Mutti
sale alle olive
basilico

Far cuocere al dente i fusilli in acqua salata. Intanto in una padella scaldare la polpa di pomodoro; aggiungere la ricotta e il basilico, in modo che gli altri ingredienti assorbano bene il suo profumo. Dopo circa 5 minuti unire il sale alle olive e il triplo concentrato. Scolare la pasta lasciandola un po’ bagnata e buttarla nella padella, amalgamare e servire.

pasta pomodoro e ricotta


Spaghetti pomodorini e mazzancolle

Faccio tendenzialmente parte di quella categoria di persone che deve avere il controllo su (quasi) tutto; quando invito qualcuno a casa cerco di avere un minimo di anticipo in modo che tutto sia accogliente e pronto all’arrivo degli amici, e soprattutto cerco di avere il tempo di preparare qualcosa di particolare.

A volte però capita che sul tragitto ufficio-casa incontri un(‘)amico(a) che non vedi da troppo tempo, che “stasera o chissà quando” e allora mandi a stendere le tue stupide convenzioni e “da me per una pasta?”. Servono quindi idee veloci pratiche e di sicuro successo. Questa ricetta fa parte della categoria:

Per due persone ho usato:

20 code di mazzancolle

10 pomodorini (meglio un po’ maturi)

spaghetti

sale/pepe/olio/scalogno

Mettere lo scalogno a dorare in una pentola grande con dell’olio. Aggiungere le mazzancolle e far sfumare per circa 5 minuti con un bicchiere di vino.

Tagliare in quattro parti i pomodorini, aggiungerli nella padella con un cucchiaio di acqua di cottura e far cuocere a fiamma abbastanza viva il tutto.

Scolare gli spaghetti al dente e buttarli nella padella con il condimento, aggiungere sale e pepe e amalgamare.


Lasagne salmone, ricotta e zucchine

Il 7 dicembre a Milano è grande festa. Sant’Ambrogio. Sant’Ambroeus se preferite : ). La tradizione vuole che si accendano le luci dell’albero in Duomo, che inizi la fiera degli Oh-bej Oh-bej, che si possa iniziare a fare gli auguri di Natale e che si faccia l’albero a casa.

Io oltre all’albero e all’impacchettamento regali ho anche preparato le lasagne con salmone, ricotta e zucchine.

1 confezione di Sfogliavelo Rana

1 zucchina grande

500 gr di ricotta

300 gr di salmone affumicato

500 ml di besciamella

100 ml latte

formaggio grattuggiato

Rosolare la zucchina tagliata a rondelle con un filo di olio d’oliva e intanto in un’insalatiera unire la ricotta con 100 gr di salmone tagliato a pezzetti piccoli e il latte. Quando la zucchina è pronta aggiungerla al composto, salare e mischiare. Mettere un paio di cucchiai di besciamella sul fondo della teglia, stendere il primo strato di lasagne, qualche cucchiaio del composto e il salmone avanzato a fette; per i successivi strati ho messo solo il composto per non appesantirle troppo. Sopra all’ultimo strato mettere la besciamella e spolverare con il formaggio grattuggiato per far fare la crosticina. Infornare a 200° per 15 minuti, poi altri 10 a 180° e 5 minuti a forno spento. Togliere dal forno, lasciar rapprendere un po’ e servire.

E dopo pranzo, che gioia!, è scesa la prima neve!!

lasagne salmone


Risotto al radicchio

Ieri sera avevo voglia di qualcosa di buono e allo stesso tempo volevo provare a cucinare un piatto nuovo. Ho aperto il frigorifero per cercare ispirazione ed ecco lì la risposta: risotto al radicchio!

riso (come sempre due pugnetti per me e uno per la pentola)

radicchio

brodo vegetale

scalogno

sale olio burro e parmigiano q.b.

Mettere in una padella una noce di burro e un goccio d’olio e far scaldare; aggiungere lo scalogno e far rosolare. Intanto tagliare finemente il radicchio, per la quantità dipende se preferite i sapori “forti” o no. Metterlo nella padella e far dorare per qualche minuto. Versare un po’ di brodo e, quando bolle, il sale e il riso. Mescolare per un paio di minuti poi aggiungere il resto del brodo e continuare a girare. A cottura ultimata spegnere la fiamma e mantecare con un’altra noce di burro e il parmigiano.


Riso e broccoli

La bilancia non ha suonato l’allarme rosso e i pantaloni entrano ancora quindi in realtà non è un problema reale ma più che altro una questione di non sentirsi abbastanza bene quando ci si guarda allo specchio. Capitano a tutte momenti così; bene, a me sta (ri)capitando ora quindi mi adeguo a questo stato d’animo.

Approfittando di giornate e serate in cui riesco a impormi di non uscire, per recuperare il sonno perduto e per stare tranquilla, sto cucinando piatti leggeri cercando di non avvilire anche la vista e il gusto. Uno che mi è venuto particolarmente bene è il riso coi broccoli.

riso bianco (calcolo sempre 2 pugnetti per me e uno per la pentola)

broccoli – io li avevo cucinati in anticipo.

2 cucchiai di formaggio grattuggiato

Far bollire l’acqua, buttare il riso e salare, cuocerlo al dente e dopo averlo scolato come se fosse pasta buttarlo in una padella insieme ai broccoli, amalgamare e mantecare col formaggio grattuggiato. No, non mi sono dimenticata del condimento, non l’ho proprio messo. Sì, lo so starete inorridendo ma vi assicuro che se saprete dosare nella giusta maniera il sale e il formaggio non ve ne accorgerete nemmeno, il vostro piatto sarà gustoso e non vi sentirete né pesanti né in colpa.

Se poi siete come me e decidete che, nonostante siate da soli, volete impiattarlo come non fate nemmeno per piatti più ricercati quasi vi darete una pacca sulla spalla :) .


non solo food

"l'idea stessa di scrivere un blog è per evadere da quello che faccio, come cucinare..." Julie Powell

Pepite per Tutti

Magazine di lifestyle per scoprire pepite preziose in giro per il mondo: food, viaggi, shopping, lifestyle, tendenze, moda, design.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: